Chi Siamo

L’obiettivo di Quasi Amici è dare a ragazzi adolescenti con disabilità l’opportunità di uscire di casa, di avere amici coetanei, di avere relazioni sociali. Di essere quindi a tutti gli effetti un ragazzo e una ragazza, e non un disabile o una disabile. Una persona con disabilità alla quale togliamo l’handicap di non avere amici, di stare tra quattro mura con i genitori e come unica relazione i parenti e gli amici dei genitori

Il progetto Quasi Amici è nato all’inizio del 2016 con i gruppi scout di Carpi. Abbiamo creato le condizioni per cui i giovani scout uscivano in compagnia di loro “quasi amici” coetanei con disabilità. Poi pochi mesi dopo si è aggiunta l’Università di Modena e Reggio Emilia, con decine e decine di studenti e studentesse che, grazie al meccanismo dei crediti formativi, continuano ad uscire con loro i “quasi amici”, a coppie o in piccoli gruppi. Il progetto è ora portato avanti congiuntamente da Il Tesoro Nascosto e l’Università di Modena e Reggio Emilia, con cui collaborano le AUSL di Reggio Emilia e di Carpi.

Quasi amici che in tanti casi, come era nostro auspicio, sono diventati amici senza il quasi e continuano a frequentarsi anche dopo la fine del progetto. Tramite un amico, un fratello maggiore, un coetaneo di riferimento, il ragazzo e la ragazza con disabilità tornano a pieno titolo nella comunità e ritrovano la fiducia in loro stessi. Siamo convinti che questo progetto sia di beneficio anche alle persone normodotate, che possono così fare un’esperienza definita da molti “preziosa”, “appagante” e “fuori dal comune”.

Ad ogni studente abbiamo chiesto di raccontare le loro uscite nei video diari che sono pubblicati e visibili su questo sito nella sezione apposita. Confidarsi, sbloccarsi, divertirsi a ballare, cantare, giocare a calcio o a carte. Parole che ricorrono nei racconti dei video-diari postati su Facebook con sorrisi di conquista per avere liberato i “diventati amici” da timidezza e paure di stare in mezzo alla gente, di entrare in un cinema perché troppo buio, per finalmente vederli alzare lo sguardo, stare bene!

Nell’ottobre 2016 il progetto è stato presentato a Roma alla Camera dei Deputati, in una sala colma di studenti provenienti da tutta Italia, davanti al ministro Giuliano Poletti.

L’università di Modena e Reggio Emilia ha arricchito il progetto con un corso di formazione online (gratuito), disponibile per tutti coloro che vogliono conoscere sia il progetto sia approfondire l’argomento disabilità.
Clicca qui per visitare la pagina.

L’emergenza coronavirus, sopraggiunta nei primi mesi del 2020, ha costretto tutti ad un lungo periodo di restrizioni in casa, che ha portato ad arricchire l’offerta per i Quasi Amici, anche loro impossibilitati a frequentarsi in luoghi fisici. Agli incontri di persona ora si aggiungono i luoghi virtuali, con tante opportunità di gioco e di relazione anche online.